Storia dell'Osteopatia | OSCE - Osteopathic Spine Center Education

Storia dell’Osteopatia

Storia dell’Osteopatia

Massimo Tranchina  D.O.MROI – Direttore Didattico OSCE (Osteopathic Spine Center Education)

Introduzione

Incominciamo da oggi a pubblicare, sul nostro sito della scuola OSCE ,  una serie di articoli di storia dell’Osteopatia  che illustreranno come si sia sviluppata e affermata questa splendida medicina manuale. Crediamo sia anche importante in questo periodo, pieno di aspettative per noi Osteopati , ricordare a tutti che la battaglia per il riconoscimento definitivo dell’osteopatia sia gia’ stata nel passato duramente affrontata e vinta con meritato successo dal Dott. A.T.Still lottando tenacemente con chi , come  nel presente, non ha creduto nei principi , nell’efficacia e nella sua autonomia da tutte le altre terapie mediche.

Quindi solo interessanti racconti storici della vita e degli insegnamenti  di un grande combattente  e credente che ha vissuto e saputo delineare un sistema abbinato  di diagnosi e trattamento dove l’originalità del metodo si basava sulla manipolazione sia della struttura (scheletro) che della meccanica (articolazioni) del corpo umano.

Infine aspettiamo che i lettori siano stimolati a dare un loro commento o parere rispetto a  queste letture in modo che una intelligente riflessione sia costruttiva ad eventuali confronti tra professionisti del settore partendo da quali grandi citazioni  Dott A.T. Still ci ha lasciato e  che oggi troviamo incise sulla lapide del monumento a lui dedicato  nel centenario dell’American School of Osteopathy a Kirksville (Missouri Usa) .

  • Grazie a lui o a lei, o a chiunque ci ha dato un sorriso e ha tenuto una lampada sulla riva.
  • Amo Dio perché non trovo nessuna contraddizione quando io esamino i suoi lavori.
  • Non lasciamoci dominare oggi per ciò che abbiamo fatto ieri, né domani per ciò che facciamo oggi, giorno dopo giorno noi dobbiamo progredire.
  • Un osteopata è solamente un ingegnere che dovrebbe comprendere tutte le leggi che governano il suo motore e quindi dominare la malattia.
  • Il massimo che ogni medico può fare per un paziente è di rendere operative le forze presenti all’interno del suo corpo.
  • Un osteopata ragiona a partire dalla sua conoscenza in anatomia. Egli confronta il funzionamento del corpo anormale con il corpo normale.
  • Il dottore in diritto ragiona dalla causa verso l’effetto; il dottore in osteopatia ragiona dall’effetto verso la causa.
  • La nostra scienza è giovane, ma le leggi che governano la vita sono tanto vecchie quanto il periodo di tutte le epoche.
  • La regola dell’arteria deve essere assoluta, universale e senza ostruzione o la malattia sarà il risultato.
  • Il Dio che venero dimostra tutto il Suo lavoro.
  • La vita è nel sangue.
  • Non do mai consigli a colui che ne sa abbastanza.
  • L’osteopatia per la sua natura rappresenta una riforma ed una rivoluzione nella pratica della medicina. Il suo lavoro prova la sua perfezione.
  • Permetti alla tua luce di splendere di fronte ad un uomo, che il mondo riconosca che sei un osteopata puro e semplice e che nessun titolo più orgoglioso possa accompagnare un nome umano.
  •  Se l’intelligenza è un dono di Dio all’uomo per il suo uso, permettigli di usarla. L’intelligenza non è usata quando non si sta facendo bene.
  • L’armonia risiede solo quando non esistono ostruzioni.
  • Ogni variazione dalla salute ha una causa e la causa ha una collocazione. È il lavoro dell’osteopata localizzare e rimuovere la causa, eliminando la malattia e ottenendo invece la salute.
  • Io non pretendo di essere l’autore di questa scienza dell’osteopatia. Nessuna mano umana ha ideato le sue leggi. Non chiedo onore più grande di quello di averla rivelata.
  • Grazie e buona cultura storica osteopatica a tutti

Massimo Tranchina
D.O.M.R.O.I.