ARTICOLAZIONE PERONEO-TIBIALE

Tibia e perone si articolano alle loro estremità a livello dell’articolazione peroneo-tibiale superiore o prossimale (aPTP) (fig. 1) ed inferiore o distale (aPTD). Queste articolazioni, essendo legate funzionalmente alla tibio-tarsica, sono fra le principali cause di disfunzioni, ed è opportuno approfondirle nello studio della caviglia più che di quello del ginocchio.

La peroneo-tibiale prossimale è una artrodia che mette a contatto due superfici ovalari piane o leggermente convesse, la faccia peroneale della tibia e la corrispondente superficie del capitello peroneale. Questa articolazione presenta una cavità, sinovializzata, che dal 10% al 64% dei casi può essere in comunicazione con la cavità articolare principale del ginocchio. Per tale motivo è stato proposta la definizione di quarta articolazione del ginocchio.

La faccetta articolare tibiale, situata sul contorno postero-esterno del piatto tibiale, è orientata obliquamente in dietro, in basso ed in fuori (fig. 2). La faccetta articolare peroneale è posta sulla faccia superiore-mediale della testa del perone. Il suo orientamento è opposto a quello della faccetta tibiale.
Da una vista laterale si può notare che l’articolazione peroneo-tibiale prossimale, e di conseguenza la testa del perone, ha una collocazione più postero-laterale che laterale (fig. 3).

Le possibili collocazioni spaziali delle superfici articolari di questa articolazione sono molteplici. È stata proposta la suddivisione, in base all’inclinazione di questa articolazione sul piano coronale, in due tipi: orizzontale con un’inclinazione minore di 20°; obliqua con un’inclinazione maggiore di 20% . Le orizzontali presentano in genere, rispetto alla oblique, una maggiore quantità di superficie ricoperta di cartilagine e movimento rotatorio.

La principale funzione di questa articolazione sembra essere quella di dissipare gli stress torsionali, derivanti dalla caviglia, più che sopportare carichi compressivi da carico corporeo.

ARTICOLAZIONE PERONEO TIBIALE 001 osce spine centerfig. 1 – visione anteriore dell’articolazione peroneo-tibiale prossimaleARTICOLAZIONE PERONEO TIBIALE 002 osce spine centerfig. 2 – sviluppo della superficie tibiale prossimale dell’articolazione con il perone ARTICOLAZIONE PERONEO TIBIALE 003 osce spine centerfig. 3 – visione laterale dell’articolazione perineo-tibiale prossimale

Entrambe le articolazioni PT presentano dei legamenti anteriori e posteriori. Il legamento anteriore dell’aPTP, corto di forma quadrata viene coadiuvato nella sua funzione dall’espansione del tendine del bicipite che si continua fino alla tuberosità esterna della tibia (fig. 4). Il legamento posteriore (fig. 5), più sottile viene sormontato dal muscolo popliteo.

ARTICOLAZIONE PERONEO TIBIALE 004 osce spine center fig. 4 – legamenti anteriori peroneo-tibiale prossimali
ARTICOLAZIONE PERONEO TIBIALE 005 osce spine center fig. 5 – legamenti posteriori peroneo-tibiale prossimali